page loader

Articolo del nostro Blog

Il branding: Valorizzare l'identità e l'immagine della PMI e dell'Artigianato italiano

26 June 2017
|
WebAsk

Il branding è possibile anche per le PMI e i piccoli artigiani italiani? La forza di queste aziende sta proprio nella loro storia fatta di esperienza artigiana, unicità e piccola produzione. Ed è da qui che deve partire la costruzione della loro identità e riconoscibilità nel web: valorizzando la loro storia.

Il brand seguendo una definizione accademica definisce la personalità e l’identità di un’azienda. Detta le linee guida della sua organizzazione, i suoi valori, i suoi scopi e fa si che possa attirare un particolare tipo di cliente che in essa si riconoscerà. Gli strumenti di brand lavorano sulla percezione dell’azienda dall’esterno e dell’azienda in se stessa: un processo simile alla psicanalisi.

Occuparsi del brand è un po’ come prendersi cura della propria cultura personale o fare pubbliche relazioni, non ti aspetti un ritorno immediato in termini di vendite, ma vuoi che si parli di te in un certo modo e che la tua identit&agravè venga fuori. Branding significa potenziare prodotti e servizi con la forza di una Marca. Questa è necessaria per affermare le differenze tra i prodotti e dare una connotazione unica all’azienda, e nell’uso del marketing digitale, rafforzare il brand e i suoi prodotti e servizi diventa possibile anche sul Web.

Cosa vuol dire fare branding sui social? Innanzitutto diciamo cosa non è: Autoreferenzialità. Essere autoreferenziali è il giusto atteggiamento per far sì che possa accadere tutto il contrario. Gli utenti non vi seguiranno più, e i vostri post rimarranno dei semplici slogan lanciati nel vuoto cosmico del web. Sui social network la “classica” promozione old school non funziona. In realtà non funziona più nemmeno offline, questo perché siamo almeno in parte, sempre online. Le grandi aziende, con i loro brand storici o freschi di giornata, hanno uffici di comunicazione e marketing adibiti per tale compito, ma come sappiamo il nostro Stivale si basa prettamente su piccole-medie aziende (PMI) che possono trovare attraverso una strategia comunicativa adeguata nuovi clienti e nuove opportunità di crescita e sviluppo.

Proprio su Internet e in particolare sui social network, possiamo trovare la nostra “nicchia”; utenti che sono interessati ai nostri prodotti artigianali, e ai nostri servizi unici, o semplicemente perché glieli possiamo fornire grazie ad una semplice, ma sempre efficace vicinanza geografica. A quel cliente servite in quel momento, e voi siete lì. Essere presenti online può aver fatto la differenza. La “semplice” informazione digitale che afferma la vostra esistenza professionale è stata fondamentale.
E come s’inserisce per loro il “fattore” branding? Il brand alla fine sono loro stessi, e i loro prodotti derivano proprio dalle abilità artigianali delle loro mani. Questo è il loro punto di partenza, e può essere la scintilla del loro cambiamento. Raccontare il loro lavoro, l’esperienza, le competenze acquisite nelle botteghe e l’unicità dei loro prodotti è un messaggio straordinario. E già questo li contraddistingue, perché ogni storia è unica e differente dalle altre.

Lo storytelling per queste piccole aziende può fare la differenza, prima creando, e poi rafforzando la personalità e l’identità aziendale. Costruire contenuti utili agli utenti intorno ai propri prodotti e servizi li valorizza e denota le qualità che caratterizzano e differenziano quel singolo artigiano o impresa. Un’opportunità che la classica pubblicità e promozione offline, non riesce a trasmettere. Proprio rimanendo se stesse, le PMI italiane, così come gli artigiani, possono trovare nuovi modi di sviluppare il proprio business se riescono ad essere presenti sul web, in particolar modo sui social network(non tutti ma quelli realmente funzionali all’impresa).
Con una pianificazione editoriale dei contenuti, legata ad una strategia per obiettivisi può nel medio termine capire e comprendere che c’è realmente spazio nel web anche per le piccole realtà italiane. L’unicità e l’esclusività “Made in Italy” hanno ancora un grande seguito, ed è importante capire che questo non è scomparso, ma si è spostato nel mondo digitale. E chi vorrà investire ed esplorare con le giuste strategie nuovi modi di essere “presenti” sul mercato, vedrà anche come questo si è considerevolmente ampliato, trovando possibili clienti prima di allora irraggiungibili.

Articoli correlati

Scrivere per il web: web content editing e copywriting

28 Jun 2017
image

Non si tratterà di una ricetta da seguire passo passo, ma di linee guida per costruire un articolo che possa attirare potenziali lettori.

Approfondisci

Web Marketing e Turismo: Il connubio vincente

28 Jun 2017
image

Quando si parla di Web Marketing per il turismo stiamo trattando uno dei settori più complessi e con maggiore concorrenza del Web. A volte è difficile capire i meccanismi e le dinamiche su cui si basano le strategie di marketing digitale, ma dobbiamo f

Approfondisci

Cookie Law: adeguarsi alla normativa

28 Jun 2017
image

Da alcuni anni in Italia si sta discutendo su come regolamentare le modalità di raccolta di dati sugli utenti da parte dei siti internet. In particolare l'attenzione è rivolta a quei tipi di dati salvati sul dispositivo con cui si accede ad internet, d

Approfondisci