page loader

Articolo del nostro Blog

Scrivere per il web: web content editing e copywriting

28 June 2017
|
Content is King

In queste righe cercheremo di dirvi in sintesi come scrivere un articolo sul web, fornendovi delle linee guida. Non si tratterà di una ricetta da seguire passo passo, ma di una struttura base sulla quale potrete costruire, con il vostro personale stile, un articolo che possa attirare potenziali lettori.

Il contenuto regna sovrano

Content is King.
Bill Gates 03/01/1996

La frase scritta da Bill Gates nel lontano 1996 è stata profetica. Infatti, gli algoritmi di indicizzazione dei motori di ricerca si sono evoluti nella direzione preannunciata e le tecniche SEO più efficaci sono diventate quelle orientate in tal senso, tanto da avvalorare moltissimo il compito di professionalità che si occupano di questa parte di sviluppo come i Web Editor e i Copywriter.

Il contenuti del vostro sito devono essere la sua punta di diamante. È molto importante riuscire a scrivere qualcosa di originale, qualcosa di qualità. Questa parte della faccenda è la meno tecnica, la più creativa, ed è perciò anche quella in cui meno possiamo indirizzarvi. Dovete spremervi, spiace dirlo, almeno un poco. Ma tiratevi su: come vedremo più avanti vi sono dei criteri che potete seguire per evitare di stendere contenuti stantii, vecchi, o semplicemente già fin troppo trattati. Ma occhio, perché anche gettarsi dal lato opposto della barca scrivendo di cose astruse potrebbe non pagare (inutile, probabilmente, risulterebbe una trattazione sull'andamento dei prezzi della carota in Uganda. Se non vi si è finora cimentato nessuno, chiedetevi il perché).

Testo VS contenuto web

Un testo ben redatto non può funzionare come contenuto web senza un attenta revisione di persone competenti del settore. Doti di scrittura non bastano!
La prerogativa del web è quella di fornire informazioni quanto più precise e velocemente possibile, in relazione alle ricerche effettuate dagli internauti. Per questo, un contenuto web, deve attenersi a metriche ed impostazioni orientate a questo scopo. È consigliabile, nella nella stesura di un articolo o un semplice post, prendere in esame una cosa alla volta anteponendo un titolo semantico alla sezione (vedere l'articolo ben fatto di Mr. Webmaster sui titoli HTMLper approfondire la questione), in base alla sua rilevanza e dare risalto ai punti chiave del discorso con un bel grassetto (tag ), in modo da attirare lo sguardo dei lettori, far capire subito che nel testo sono presenti informazioni interessanti e non rischiare di scatenare un abbandono. Proprio come stiamo facendo noi! ;-)

Ricerca delle ricerche

Prima di intraprendere la stesura di un contenuto web è necessario fare un attenta analisi e valutazione dei seguenti aspetti:

Stima dell'Audience: Google Trends

Google Trends, è un utile strumento di analisi che permette di controllare l'andamento delle preferenze circa i contenuti rintracciabili sul web, fornendovi inoltre previsioni dettagliate. Dovrete solo selezionare il paese di riferimento (un esempio a caso, “Italia”), e avrete accesso ad una mole impressionante di dati sui flussi più rilevanti, sugli argomenti più ricercati. Potrete dunque, impostare il vostro criterio di filtraggio, e scoprire quanto-dove-come-perché una certa tematica è richiesta e popolare.

Ricavare le chiavi di ricerca: Google AdWords

AdWords è un fantastico software "offerto" da Google che ha come scopo primario quello di creare campagne pubblicitarie sul web tramite la pubblicazione di annunci, e fino a qui vi domanderete: «a cosa mi serve?» La risposta è che al suo interno c'è un potentissimo strumento per la pianificazione e il suggerimento delle parole chiave che può essere sfruttato a qualsivoglia scopo, grazie al quale potrete accedere alla banca dati di Google & Parteners sui volumi di ricerca dei termini digitati (key-words) e capire quali sono le parole più usate, quindi da utilizzare con priorità nel vostro articolo secondo la pratica della "Keywords Density" che vedremo tra poco.

Concorrenza: valutare i competitors

Dopo aver stimato il pubblico che potete intercettare con gli strumenti appena citati, occorre fare una piccola ricerca nelle SERP (pagine dei risultati del motore di ricerca) e valutare se potete entrare in competizione con i siti che hanno già trattato l'argomento, quindi stabilire se siete in grado di offrire un contenuto più esaustivo ed esclusivo. Se vi sentite pronti, buona fortuna!

Competere con competenza

Oltre all'augurio, qualche dritta. È sconsigliabile mettersi a scrivere un articolo su ciò di cui non si ha piena padronanza, e per almeno due buoni motivi: da un lato rischiate grossolani errori di contenuto, dall'altro quanto scritto vi risulterebbe di difficile organizzazione. D'altro canto, un Blogger, così come un Content Editor, non è un tuttologo, ma una persona con capacità e competenze di redarre un contenuto web previo attento e minuzioso ampliamento del suo sapere. Per questo il primo consiglio è: informatevi e studiate, per evitare pessime figure.

Organizzare le idee

È molto importante poi non partire alla cieca. Organizzate le idee, definite quali sono i punti fondamentali e cercate di disporre il tutto gerarchicamente secondo una logica chiara. Non è poco, d'accordo. Ma tant'è! :-)
In merito a quanto detto, per darvi un esempio concreto, vi forniamo l'accesso allo schema logico che sta alla base proprio di questo articolo: schema logico di "scrivere per il web".

Sintassi e semantica HTML

Scrivere per contenuti per il web non è un gioco da ragazzi. Quanto detto finora è senza dubbio un buon piano di partenza per poter iniziare a lavorare. Ma non basta. Per scrivere sul web in maniera efficace è necessario utilizzare agilmente un certo stile tecnico. Nella fattispecie qui parleremo di sintassi e semantica HTML. Non vi spaventate, si tratta di un concetto meno astruso di quanto sembri. Ogni tag HTML che inserirete nel vostro articolo ha una sua precisa funzione semantica, il che significa che ricopre un ruolo ben preciso per quel che concerne il significato e la funzione del tag inserito, che devono essere rigorosamente rispettati.
Oltre al lato semantico della faccenda, è necessario considerarne bene il lato sintattico. Anche qui, niente occhi sgranati. Seguite le guide sull'HTML di Mr. Webmaster e vi renderete conto che è tutto molto più semplice di quanto sembra.
Ecco tutto, niente di più: la sintassi riguarda la successione dei tags e la loro articolazione, mentre la semantica concerne il loro ruolo e la loro funzione (il significato, per intendersi). Quanto detto finora ha avuto principalmente la funzione di mettervi in guardia, di avvertirvi che è importante, scrivendo sul web, fare un uso opportuno del codice di scrittura HTML. Questo infatti ha le sue regole sintattiche e semantiche, proprio come le ha il nostro linguaggio verbale (con gli elementi [cane, tavolo, il, il, morde] potrete scrivere «il tavolo morde il cane» o, ancora peggio, «cane il morde tavolo il», dunque occhio...).

Keywords Density

Scrivendo sul web è importante riuscire a fare un buon uso delle parole chiave (keywords), ovvero di termini che possano ben indirizzare l'utenza verso la vostra pagina e che devono perciò risultare esplicative del contenuto dell'articolo. È consigliabile fare uso di un certo grado di ridondanza delle parole chiave. Questo non significa considerate bandito l'utilizzo di sinonimi perché è molto importante che la lettura non ne risenta (un articolo che si riducesse a una sequenza di parole chiave sarebbe davvero poco attraente oltre che controproducente).

Link Buildings: collegamento tra i contenuti

La Rete si fonda su collegamenti e connessioni. All'interno dell'articolo è importante che vi siano dei links, dei rimandi più o meno frequenti ad altre pagine web, preferibilmente vostre. Adottare questa strategia permette di raggiungere un triplice risultato:

  • si arriva ad aumentare il flusso di utenti che, attraverso utili interconnessioni tra siti web, possono più facilmente arrivare a leggervi;
  • può risultare fondamentale per articolare i vostri stessi contenuti in maniera da non scrivere un articolo eccessivamente lungo e pedante, rimandando ad altre pagine web per eventuali approfondimenti sul tema;
  • una simile tecnica permetterà ai vostri lettori di trovare rapidamente ciò che cercano e secondo il grado di approfondimento da loro richiesto, di modo che il vostro bacino di utenza possa più possibile ampliarsi.

L'importante ruolo svolto, ai fini dell'indicizzazione del vostro articolo, da una buona distribuzione dei links, può risultare ancora più chiaro laddove si consideri la funzione dei bots (chiamati anche «spiders»). Questi sono programmi che accedono alla rete facendo uso dello stesso tipo di canali degli utenti, e possono avere varie funzioni. Quello che qui ci interessa è il ruolo svolto da GoogleBot, il bot di Google. GoogleBot, infatti, accederà frequentemente (si parla di svariate volte al minuto) alla vostra pagina, e seguendo i links che vi troverà valuterà la vostra "link building", le potenzialità di flusso di utenza sulla pagina e la qualità, pertanto, dei vostri contenuti. Venire ben valutati dal bot di Google, va da sé, vi permetterà di scalare la vetta delle indicizzazioni. Più facile a dirsi, che a farsi.

Il copia e incolla è bandito e perseguito!

Un consiglio. Scrivendo sul web è assolutamente non raccomandabile far uso della tecnica del copia e incolla, sistema che vi farebbe perdere la fiducia dell'utenza e la considerazione dei motori di ricerca. Cercate quindi di far uso delle vostre competenze, senza timore di venire malamente scopiazzati. Potrete solo guadagnarci. Il motto è: "Felici di essere imitati!"

Tempo al tempo, niente fretta!

Quando si decide di pubblicare un contenuto sul web, e dopo aver valutato se le risorse e la competitività consentono di raggiungere un eccellente risultato, occorre prendere atto che per completare la stesura di un articolo per il web non ci sono tempi prestabiliti e la durata del lavoro può durare anche qualche giorno. Sicuramente, il consiglio che possiamo darvi, è di non prendere molto in considerazione la scadenza ma piuttosto il risultato in termini di indicizzazione, perché la vostra missione sarà sempre quella di raggiungere una buona posizione nelle prime pagine dei risultati dei motori di ricerca dette SERP. Giunti a quel punto converrete che non c'è tempo speso meglio, darete prova al mondo delle vostre capacità, e la soddisfazione sarà impagabile...non considerando i possibili risvolti economici che tutto ciò può avere.

Articoli correlati

Web Marketing e Turismo: Il connubio vincente

28 Jun 2017
image

Quando si parla di Web Marketing per il turismo stiamo trattando uno dei settori più complessi e con maggiore concorrenza del Web. A volte è difficile capire i meccanismi e le dinamiche su cui si basano le strategie di marketing digitale, ma dobbiamo f

Approfondisci

Cookie Law: adeguarsi alla normativa

28 Jun 2017
image

Da alcuni anni in Italia si sta discutendo su come regolamentare le modalità di raccolta di dati sugli utenti da parte dei siti internet. In particolare l'attenzione è rivolta a quei tipi di dati salvati sul dispositivo con cui si accede ad internet, d

Approfondisci

A cosa serve un piano editoriale per i social media?

28 Jun 2017
image

Perché è necessario creare un calendario editoriale ben pianificato per i social della tua attività? Se vi state facendo questa domanda, significa che avete deciso di essere presenti sui Social Media, e questo non potrà che far bene al vostro business

Approfondisci